Responsabilità Vettore – Pacco spedito e mai consegnato – Danno

By | Pillole di..., Uncategorized | No Comments

Il Tribunale di Milano con sentenza del 21 marzo 2018 n. 3285 ha affermato che deve qualificarsi come gravemente negligente la condotta del Vettore che non sia stato in grado di fornire alcuna spiegazione circa la perdita del bene consegnatogli per il trasporto. In tale contesto, afferma sempre il Tribunale di Milano, risulta irrilevante l’allegazione del Vettore secondo cui lo stesso si sarebbe impegnato nella ricerca del predetto bene con la conseguenza che lo stesso Vettore è tenuto a ristorare il danno secondo i parametri di cui all’art. 1696 c.c..

Contratto definitivo – Prevalenza – Preliminare

By | Pillole di... | No Comments

La Suprema Corte di Cassazione ha affermato con l’ordinanza n. 6223 del 14 marzo 2018 che nel caso in cui le parti, dopo aver stipulato un contratto preliminare, abbiano stipulato il contratto definitivo, quest’ultimo costituisce l’unica fonte dei diritti e delle obbligazioni inerenti al negozio voluto, in quanto il contratto preliminare, determinando soltanto l’obbligo reciproco della stipulazione del contratto definitivo, resta superato da questo, la cui disciplina può anche non conformarsi a quella del preliminare, salvo che le parti non abbiano espressamente previsto che essa sopravviva.

Processo Civile – Sentenza – Inibitoria – Sospensione – Criteri

By | Pillole di... | No Comments

La Corte di Appello di Milano nel corso dell’anno 2017 ha pronunciato due interessanti ordinanze in tema, rispettivamente, di sospensione dell’efficacia esecutiva/esecuzione di sentenza di primo grado e di sospensione dell’esecuzione di sentenza di secondo grado.

L’inibitoria delle sentenze di primo grado impugnate in appello deve essere ancorata a criteri rigorosi, tanto in relazione all’immediata esecutività attribuita a loro ex lege, quanto in relazione al disposto dell’art. 283 cpc, che subordina la concessione dell’inibitoria solo alla ricorrenza del fumus boni iuris e del periculum in mora.

Mentre ai fini della sospensione, ai sensi dell’art. 373 cpc, dell’esecuzione della sentenza resa in grado di appello contro la quale sia stato proposto ricorso per cassazione, il potere discrezionale riconosciuto al giudice di appello è considerevolmente meno ampio di quello attribuito al medesimo giudice dagli artt. 283 e 351 cpc, posto che per la sospensione dell’esecuzione ex art. 373 cpc è precluso l’esame della probabile fondatezza del ricorso per cassazione ed è invece richiesta, in via esclusiva, l’esistenza di un grave e irreparabile danno.